Editoriali

Radà, maison fondata nel 1982 da Daniela Ravaioli, inaugura a Milano il suo primo pop up store in uno dei templi dello shopping internazionale: La Rinascente. Il primo pop-up di radà punta a sfruttare la visibilità di una vetrina così rinomata per rafforzare l’identità del brand con un contatto diretto con il pubblico attraverso l’esposizione del suo “mondo” fatto di gioielli, per cui la maison è già nota e distribuita in tutto il mondo, ma anche di borse e sandali ed altri accessori che ne completano l’offerta. Prendendo ispirazione dalla Capri dei meravigliosi 80’s, quando Jackie Kennedy incantava la piazzetta indossando cestini di paglia, sandali di cuoio e pietre turchesi, il mondo radà da’ vita ad una proposta completa di sandali in cuoio, borse di vimini e gioielli. Conchiglie, coralli e turchesi sono utilizzati per arricchire ogni gioiello ed accessorio illuminato da strass per quel particolare stile showy chic che fa dell’azienda un brand conosciuto e riconosciuto nel mondo. Dopo la tappa meneghina, il brand programma di estendere l’operazione presso altri indirizzi di culto della moda internazionale ancora in fase di elaborazione.

radà_moda_fashion_magazine_4fashionlook

radà_moda_fashion_magazine_4fashionlook

www.rada.it  facebook

Searound Couture è un brand beachwear di costumi da bagno donna e uomo. Nasce nel 2017 a Gragnano, Napoli, dalla voglia di una giovane coppia di intraprendere il lavoro di famiglia ma in modo più moderno. Infatti l'esperienza maturata negli anni ha permesso da subito di creare dei modelli per tutte le esigenze. Lo scopo è quello di offrire un prodotto esclusivo con la ricerca dei materiali e tessuti migliori, ma con dei costi abbordabili. Brand 100% Made in Italy, prodotto in sede dal taglio alla produzione, con la cura dei minimi dettagli.

searound_couture_moda_abbigliamento_shopping_4fashionlook

searound_couture_moda_abbigliamento_shopping_4fashionlook

searound_couture_moda_abbigliamento_shopping_4fashionlook

www.searoundcouture.it  facebook

La creatrice del brand Partout è Dalila Chiaverini, Abruzzese, nata a Sulmona nel 1989, adottiva delle terre toscane e stabilita a Tivoli. Formata all’accademia della moda nel settore abbigliamento, ma con la grande passione per l'accessorio  è in continua formazione. La collezione primavera/estate 2019 si chiama #sicilien. Già dal nome si può intuire l'omaggio e l’ispirazione a questa terra. Un viaggio tra arte e tradizione, tra palazzi barocchi e tinte color sabbia. Vista con i suoi occhi. Sentita con le mani nelle rifiniture così armoniose e pompose, di stucchi e intonaci, un viaggio sensoriale. Per la prima mini capsule collection presenta 5 pezzi: prossimamente ne usciranno altri due.

partout_moda_abbigliamento_shopping_4fashionlook

partout_moda_abbigliamento_shopping_4fashionlook

partout_moda_abbigliamento_shopping_4fashionlook

www.dcpartout.com  facebook

L'arte di comporre abiti con elementi e materiali, forme e volumi in evidente contrapposizione e in irrefrenabile attrazione. LOÏS si apre e si chiude su una serie di elementi/materiali - forme/volumi che si oppongono e si attraggono in un continuo flusso creativo/interpretativo. E' progettazione e ricerca della materia che si manifesta, come conseguenza naturale nella pratica dell'upcycling. Siamo circondati dalla bellezza, da dettagli e particolari che meritano nuova interpretazione e un diverso uso, da oggetti apparentemente inutili e senza una destinazione. L'idea di Matilde di Pumpo, creatrice di LOÏS, è quella di dare un senso a tutto questo. Per evitare sprechi, accumuli di materiale dal valore inestimabile. Gli armadi e i cassetti della nonna sono uno scrigno prezioso. Non solo abiti, ma anche corredi, asciugamani, accessori possono diventare la base di partenza per ri-creare qualcosa di bello. Le maniche di una camicia possono diventare una gonna, un vecchio pantalone una giacca o viceversa. Dall'inaspettato nasce così qualcosa di unico e originale, grazie ad un'idea sostenibile di reinterpretazione e rivalutazione di ciò che già esiste. Uso e riuso, ricerca, recupero e sostenibilità. La regola è non avere regole. Grazie anche all'utilizzo del moulage, una tecnica sartoriale francese introdotta da Mademoiselle Vionnet  detta Draping. L'upcycling diventa così uno strumento per sensibilizzare all'uso dell'economia circolare e sostenibile perché tutto ha un utilizzo diverso dalla sua prima vocazione originaria. Nel mondo LOÏS tutto questo diventa possibile, proprio come nelle favole, grazie alla verve creativa della sua fondatrice Matilde.

lois_moda_abbigliamento_shopping_4fashionlook

lois_moda_abbigliamento_shopping_4fashionlook

lois_moda_abbigliamento_shopping_4fashionlook

facebook

4fashionlook su Facebook   4fashionlook su Instagram   4fashionlook su YouTube