Toolbar
Fashion Magazine

2016

24 articoli

La nota show-girl argentina indossa il Miami dress firmato Maison About. L'abito è caratterizzato da una stampa caleidoscopica  e da un mix&match di righe verticali e geometrie che accompagnano tutta la collezione Primavera Estate 2016 del brand. Un tocco glam e di tendenza che la rende semplicemente favolosa in questo scatto. site  facebook

Archivio,22 è nato nel 2015, ma già da un po' di tempo ciascuno di noi raccoglieva idee, ispirazioni, figurini nel proprio "archivio" personale. Da qui l'idea del nome, al quale abbiamo aggiunto il 22, nostro numero fortunato, che rappresenta le persone caparbie, decise e concrete che però non dimenticano di seguire i propri sogni. La nostra prima collezione FW16 prende ispirazione dai nostri viaggi e dalle tendenze delle capitali nordeuropee che unite al tipico gusto italiano ed affidate alle sapienti mani degli artigiani della riviera del Brenta, hanno dato origine ad una collezione di borse e calzature dal gusto raffinato e moderno. Elemento distintivo di questa prima serie di proposte è l'utilizzo delle zip, capaci di conferire un' aspetto deciso e contemporaneo a tutti i nostri prodotti. Alla nostra sneaker "Lampo", adatta al look di tutti i giorni, ma anche ai look più particolari, abbiamo affiancato uno scarponcino ed uno stivale. Come già spiegato i tre modelli sono caratterizzati dall' elemento zip, presente anche nella nostra proposta di borse e zaini. Tutti i nostri prodotti, proprio come scritto nel nostro logo, sono "Made somewhere in Italy". www.archivio22.com  facebook

Dalla consolidata esperienza della Laser Marking srl e dalla voglia di creatività del designer fondatore Ivano Pezzotta nasce EEVYE. Una collezione di cover con inserti in pelle lavorati a laser ed assemblati artigianalmente. Selezione accurata di pelli di provenienza toscana e tecnologia all'avanguardia, fanno di EEVYE un prodotto fashion di alta qualità e soprattutto MADE IN ITALY. Ogni pezzo viene realizzato tramite un attento lavoro artigianale e perfezionato con la massima cura per ottenere un prodotto piacevole da vedere e resistente. Un modo esclusivo per distinguersi e per prendersi cura del proprio smartphone! www.eevye.it  facebook

Una nuova linea di costumi “Made in Italy” si affaccia sul mercato della moda italiana. Le designer sono due giovani sorelle gemelle con una grande passione per l’eleganza, la raffinatezza e la cura dei dettagli. Francesca e Veronica Feleppa per la bella stagione hanno creato una linea beachwear; pochi pezzi, dal taglio semplice e raffinato. Amano creare uno stile unico per una donna alla ricerca di un outfit che la renda speciale in ogni occasione e in particolar modo in spiaggia o durante un aperitivo a bordo piscina. www.francescaeveronicafeleppa.it  facebook

Gaiofatto è stile e ricerca, artigianalità e innovazione, passione per i dettagli, quelli che portano all’eccellenza. E’ un lusso fatto di sostanza e non solo di apparenza. Gli studi di geometrie, forme e volumi, nonché della relazione tra corpo e spazio, caratterizzano un approccio sperimentale nella costruzione dell’abito. Il risultato è un’estetica essenziale e moderna caratterizzata da uno stile contemporaneo e lineare, spogliato, liberato sino all’essenza del concetto, che da valore ai dettagli, alla linea e alla costruzione sartoriale. Essa è intesa come un valore aggiunto di un design ricercato e sofisticato realizzato con rigore di qualità della migliore tradizione del Made in Italy. E’ la sartoria, con tutto il suo bagaglio di storia e strumenti, che ha costruito le fondamenta di Gaiofatto. Il know-how sartoriale si miscela con l’innovazione, quella creativa, attraverso la scomposizione dei modelli e delle strutture di base, tradotti di volta in volta in nuovi motivi che evolvono da un capo all’altro. Ogni collezione deriva da un processo creativo che tende a un’evoluzione continua del concetto iniziale, per questo ne è difficile individuare un punto di arrivo ma riesce più facile immaginarne un’ulteriore sviluppo. Vuole essere solletico per la mente ed ispirazione continua. Ogni particolare è pensato per avere da solo un suo valore estetico e per dare a ogni modello un quid unico. Strettamente legato al concetto di sartorialità c’è la qualità, che arriva dai tessuti scelti, sempre preziosi e ricercati, dalle rifiniture, le cuciture, i dettagli, che insieme garantiscono durevolezza e unicità, Questa ricerca senza fine pone ogni capo in un nuovo spazio, oltre ogni trend effimero. L’impiego di materiali pregiati e di ricerca unito a una sapiente artigianalità in un processo produttivo che è tutto Made in Italy completano l’alto profilo del brand. Per poter garantire la massima qualità, la produzione è limitata e si focalizza su pochi capi così che ognuno sia creato per essere speciale, e far sentire tale chi lo indossa. Le collezioni Gaiofatto si rivolgono a una donna esigente e colta, che vive a pieno contemporaneità e trasformazioni. È una donna sofisticata e indipendente, che sa come mettere in risalto la sua femminilità. Per il suo guardaroba ricerca l’esclusività e la vera qualità in ogni capo, di cui apprezza anche l’originalità stilistica, lasciando ad altre omologazione e abiti senza personalità. www.gaiofatto.com  facebook

Casual, ma non troppo. Ricercata, ma versatile. Di tendenza, ma mai eccessiva. E’ la bag collection firmata TRUEFAKE MILANO: una linea di borse e accessori 100% Made In Italy, realizzata dalla mente creativa dell’ imprenditrice Carlotta Degano.  Una perfetta fusione di ispirazione metropolitana e stile contemporaneo, da cui prendono vita due collezioni: la Paris Collection e la New York Collection.  La Paris Collection è la collezione dal sapore retrò e contemporaneo, grazie ai dettagli oro, alla tridimensionalità dei pellami scelti e alle delicate nuances.  Le forme sono estremamente ricercate e studiate ad hoc per rendere ciascuna borsa unica e originale, come la bellissima PETIT DEFENCE, realizzata in pelle matelassè, o la TROCADERO, in crocco, valorizzata da un giro di borchie e tracolla a catena.  Dalla seducente Francia, passiamo ai coinvolgenti States e approdiamo a New York, con la New York Collection.  Una collezione urban-chic ideale per donne metropolitane, strong e vivaci, caratterizzata da nuances brillanti, pellami 3D e dettagli forti: come quelli color oro della gettonatissima SOHO BAG o come le frange super trendy del secchiello EMPIRE. Due collezioni firmate TRUEFAKE MILANO che conservano l’eccellenza tipica del Made in Italy e ostentano un’ anima metropolitana e al passo con i trend del momento. www.truefake.it  facebook

Dall'idea di un giovane imprenditore e dei suoi collaboratori nel 2012 nasce il marchio Cristian&Co. Si focalizza fin da subito in una fascia del mercato Fashion MADE IN ITALY in cui l'offerta è poco articolata, riuscendo a coniugare ricerca, creatività e qualità ad un prezzo accessibile. La donna Cristian&Co è una donna dotata di grazia e di spirito intraprendente, raffinata, seducente e tanto sicura di se da cedere alle emozioni e lasciarsi sedurre dalla libertà. Una donna interpretata in tutte le sue molteplicità, da quella più audace e giocosa a quella elegante e femminile oppure sensuale e misteriosa. Ogni collezione viene accuratamente progettata con dedizione, impegno, ricerca e passione dallo staff aziendale con la supervisione di una creative manager completamente dedita al progetto stagionale. Per la distribuzione del brand la direzione commerciale di Cristian&Co ha scelto sia i canali Business To Business o show-room, andando così a distribuire in maniera omogenea il prodotto su tutto il territorio nazionale ed internazionale, sia i negozi direzionali e la vendita del prodotto tramite E-Commerce così da poter raggiungere direttamente il cliente finale, ovunque ed in qualsiasi momento del giorno. www.cristianco.it  facebook

Alle sue spalle, in ufficio, campeggiano i décollage di Mimmo Rotella con alcune memorabili Marilyn Monroe e una Rita Hayworth da capogiro. Opere acquistate e collezionate fin da quando era un ragazzo. L’arte è come un  sottofondo musicale nella vita di Angelo Marani, imprenditore di Correggio appassionato di ricerca e innovazione.  Lo chiamano stilista ma il suo è uno dei rari casi in cui la parola non basta, servono altre definizioni. Infatti progettare, poi tagliare e infine cucire un abito sono solo le ultime fasi di un lungo processo che parte dalla materia. E sin dagli inizi di questa sua carriera creativa, alla  spiccata passione per l’arte,  si è aggiunto l’amore per la sperimentazione, un’attrazione fatale che negli anni ha prodotto risultati eccelsi. Si possono toccare con mano solo guardando da vicino i prodotti che nascono nei laboratori della Marex.  “Le emozioni che mi trasferisce un quadro, i colori, le ombre, la grandezza del disegno, il sentimento e la positività dell’artista, l’erotismo… tutto questo si fonde nella mia ricerca di bellezza” dice l’imprenditore che ha virtuosamente verticalizzato le fasi di lavorazione partendo proprio dal filo per arrivare alla tessitura, alla tintura e alla stampa.  “Ogni passaggio produttivo viene realizzato nella stessa azienda, in Emilia, in Italia” precisa mettendo in evidenza quanto tutto ciò, anche per una questione di costi,  sia ormai raro. “Credo nel pregio della nostra manodopera che purtroppo sta scomparendo” aggiunge sottolineando come sia importante fare formazione internamente anche se c’è sempre il rischio di vedersi portar via  dalla concorrenza due delle quattro rammendatrici che hai faticosamente preparato, il tecnico di tintoria cresciuto in azienda con te e gli artigiani con cui hai messo a punto nuovi metodi di produzione.  Marani ha sempre le mani in pasta perché questo è il bello di un lavoro che si nutre d’intelligenza e talento ma anche di istinto e di prove continue fino al raggiungimento del risultato. “La perfezione - spiega -m’indispone”. Così “lo stilista” di Correggio modifica gli strumenti meccanici dell’azienda oppure recupera vecchie macchine a nuova vita: telai da calzificio per produrre maglieria extrafine, lavatrici industriali in cui si fissa o si toglie il colore dai tessuti. Il meglio s’ottiene con esclusivi processi semi-industriali che conservano quel profumo di artigianalità importante per un prodotto di alto profilo.  Talvolta le modifiche riguardano proprio il punto di partenza, il filo. Agli inizi degli anni Ottanta Marani introdusse l’elastomero nel denim e trasformò i jeans in un pezzo fra i più acclamati dalle sue clienti.  Comunque sia la maglieria è stata e sempre rimarrà la sua prima cifra  stilistica perché vi ha trasferito con la tecnica di stampa dei foulard, orgoglio dell’industria comasca, un altissimo contenuto creativo che negli anni ha costantemente nobilitato e arricchito i suoi prodotti.  “Non sono un chimico perché ho fatto studi classici, ma sono uno sperimentatore: siamo stati i primi a tentare la stampa a corrosione su lana, un processo che risente persino dell’incidenza dell’aria” racconta parlando con l’estasi dell’alchimista della sua cucina colori dove studia nuove tonalità facendo talvolta anche quaranta prove manuali prima di raggiungere il risultato desiderato. www.angelomarani.com  facebook

Nasce tutto nel 2014 mentre vedevo un programma nel quale si parlava di due ragazzi, che, con la loro idea stavano valorizzando il territorio in cui abitavano ed è allora che ho pensato ad un progetto che potesse unire le eccellenze del territorio Aquilano e Abruzzese come lo Zafferano di L’Aquila DOP e il Montepulciano D’Abruzzo DOC.  La sfida era trovare un veicolo forte che potesse metterle insieme ed essere fortemente trainante allo stesso tempo: la moda.  La moda ha sempre visto un incremento, anno dopo anno, di entrate ed investimenti, e quella rispettosa dell’ambiente negli ultimi anni ha assunto posizioni di prestigio sul panorama mondiale.  Quindi, dopo ricerche, studi, prove e analisi, finalmente nel 2015 ho trovato la giusta miscela di componenti naturali per poter tingere senza l’utilizzo di attivi chimici la pelle.  La pelle scelta è caratterizzata da una concia vegetale effettuata tramite i tannini del legno ed è la meno inquinante per l’ambiente.  La colorazione: si tratta di un procedimento lungo, richiede circa 20 giorni, in alcuni casi si può arrivare anche alle quattro settimane.  L’elemento principale è il vino utilizzato anche per effettuare la tintura allo Zafferano.  La pelle riceve un primo lavaggio e poi viene colorata con una miscela di vino, lieviti, amidi ed altri componenti naturali.  Segue poi l’asciugatura a temperatura ambiente.  Subito dopo l’asciugatura il pellame, ormai colorato, viene sottoposto ad ingrasso tramite l’utilizzo di Olio extra Vergine di Oliva Abruzzese e cera d’api pura.  L’ultima fase prevede il massaggio della pelle con olio di cocco puro al 100% e creme naturali per proteggerla dagli agenti atmosferici e dai raggi solari.  Il risultato è una pelle lucida, con molte sfumature e profumata.  Invecchia con la persona che la indossa: non essendo sottoposta a trattamenti chimici con il tempo assume diverse sfumature conferendo all’oggetto vita propria, come se vivesse. La tecnologia è diventata parte integrante della nostra vita, smartphone, computer, tablet ecc. ecco perché ho deciso di inserirla all’interno dei miei prodotti. All’interno di ogni prodotto è presente un tag con tecnologia NFC che sostituisce le etichette convenzionali. Basta avvicinare il proprio smartphone al prodotto e sul display appariranno tutte le caratteristiche: Vino utilizzato, tempi di lavorazione, provenienza pelle, misure e peso della borsa; è un modo efficace per far fronte alla contraffazione.  Un altro dispositivo presente è un comunicatore con tecnologia bluetooth: collegato al proprio smartphone oppure al proprio smartwatch allerterà il cliente nel caso che la propria borsa si stia allontanando da lui (utilissimo in caso di dimenticanza oppure quando non possiamo avere il prodotto con noi ad esempio è nel guardaroba di un luogo pubblico).  L’ultima tecnologia presente, destinata alla clientela top, è un piccolo ricevitore gps che permetterà di seguire gli spostamenti della borsa in tempo reale in qualsiasi parte del mondo.  Il forte attaccamento per la mia terra mi ha portato a dar vita a questo progetto e vorrei poter diventare l’ambasciatore d’Abruzzo in Europa e nel mondo tramite i miei prodotti.  Poter creare una forte rete collaborativa con le cantine Abruzzesi, con i produttori di Zafferano ed insieme esportare un Abruzzo diverso, un Abruzzo innovativo, un Abruzzo che salvaguarda l’ambiente e lo valorizza. Creare un punto di eccellenza a L’Aquila di artigiani della pelle, magari assumendo quelle persone che hanno perso il lavoro e possano essere da guida per i giovani. www.gianlucanappo.it  facebook

Per l’estate 2016 la collezione Raffaela D’Angelo  si modula sulle tracce di stili diversi ed idee in controtendenza, evitando di porre l’accento su un unico mood stagionale e rifiutando così l’omologazione del gusto:  il mondo femminile viene finalmente rispecchiato nella sua totalità. Nella collezione, c’è tutto il fascino della tradizione italiana, del vero Made in Italy, che racconta l’eclettismo sensuale di ogni donna attraverso un guardaroba contemporaneo. Non più un unico filo conduttore ma tanti input che, insieme, regalano la completezza delle donne di oggi. Non un semplice beachwear ma un guardaroba mare di pezzi unici creati da intuizioni sartoriali all’avanguardia. Leitmotiv della collezione la stampa “indodeco” che richiama i meravigliosi e fantastici paesaggi dell’India dei maharaja e salgariana per una giovane e moderna Perla di Labuan. Fatta di contrasti ed armonie è il perfetto connubio tra il gusto esotico e uno stile decisamente contemporaneo. La palette cromatica, prende in prestito, i colori della terra indiana che vede come protagonisti  il color terracotta, il color corda e i colori neutri. Il sapiente gioco di volumi, rende le linee ampie e ricche di sovrapposizioni , tratteggiando una donna capace di esprimere le sue idee e i suoi valori, una donna che e’ consapevole del proprio corpo e che sceglie di valorizzarlo. Impreziosiscono i capi, piccole monetine che , applicate, diventano  elementi distintivi per un look ricercato che rievoca  il fascino dell’India. La donna più sofisticata preferisce invece le stampe floreali  che, realizzate su fondo nero, rendono il suo stile sexy ma, allo stesso tempo, anche romantico, sensuale ed etereo  per una donna  che vuole apparire e porsi come indiscussa protagonista delle spiagge. I tessuti utilizzati sono elaborati e prestigiosi. Il tulle ricamato con sottili filari di lurex capaci di catturare la luminosita’, si abbina perfettamente alla rete di cotone; il lino ricamato e la seta, arricchiti con preziose applicazioni, donano a tutti i capi, grande romanticismo e raffinatezza. Nella collezione PE 2016 sono i dettagli a sancire la differenza e confermare la qualita’: il pizzo, “must have” di gran parte dei capi,  si trasforma in un passe-partout camaleontico e versatile che, a seconda dell’occasione, dona ai capi un’eleganza senza tempo avvolgendo e contornando  di “glam” la donna della prossima estate che vuole giocare nella dicotomia tra innocenza e sensualita’ accesa. Un’attitudine allo stile senza compromessi che si caratterizza non solo nei costumi e nei fuori acqua, fiore all’occhiello della griffe, ma anche negli accessori che completano il look di ogni donna. La ricerca stilistica si mescola all’innovazione, al rispetto dell’ambiente e delle risorse naturali. In occasione di Expo 2015 e in linea con le tematiche proposte dalla manifestazione, la stilista Raffaela D’Angelo, da sempre attenta alle problematiche dell’ecosistema e amante dell’energia per la vita, ha creato, grazie alla sua innata creativita’ e talento, una “Bio Collection” in limited edition utilizzando risorse naturali ed ecologiche sempre nel rispetto del Pianeta.Frutto di una tecnica all’avanguardia e di una particolare cura nella scelta dei materiali, la “  Bio capsule collection” , e’ stata realizzata con una lavorazione tecnicamente innovativa. Il connubio tra artigianalita’ e innovazione e’ la parola chiave della “ Bio Collection”. Novita’ assoluta sono i tessuti utilizzati del tutto naturali che danno cosi’ un’identita’ definita e incisiva della linea: la seta abbinata alla proteina del latte, dona morbidezza a caftani, camicie e pantaloni, mentre per i costumi, tessuti elastici prodotti con la fibra del mais e di bamboo arrichite da Crabyon , vengono impreziositi da ricami realizzati con un mix di semi acaii, cacao, zucca,  resi ancora  piu’ luminosi e brillanti tramite piccole applicazioni di cristalli di sale pensate per dare vita ad audaci accostamenti ed armoniosi contrasti.  Il “Biokini”, vera novita’ della prossima primavera-estate, interpreta alla perfezione le nuove esigenze dell’universo femminile e , grazie ai materiali utilizzati, diventa garanzia di qualita’ e grande riconoscibilita’… un lusso “ naturale” senza ostentazioni. E’ una femminilita’ scintillante quella della collezione PE 2016 di Raffaela D’Angelo che da sempre fa rivivere la nostra tradizione, la nostra terra e il nostro Made in Italy in tutte le sue creazioni. www.raffaeladangelo.com  facebook

La Collezione Haute Couture 2016/017 luxury di Gianni Sapone, nasce dalla bellezza fragile e delicata dell'ORCHIDEA. Colori, forme, leggerezze, armonie, degne del fiore più ammirato dalla notte dei tempi. Cristallo puro ricamato sul tessuto, come rugiada sui petali color pastello. ORCHIDEA, non solo un fiore ma una donna. www.giannisaponecouture.it  facebook

Opere d'arte. Questa è la definizione corretta nel vedere, nel toccare, nel percepire le creazioni Ivan Guerrera. Taorminese d'origine e Torinese d'adozione, Ivan Guerrera riesce a portare le essenze delle sue terre nei suoi accessori. Colori naturali, caldi come le campagne di Enna, intensi come il mare dell'Isola Bella, malinconici come l'autunno torinese o romantici come la terra dei vini. Questo giovane stilista inizia sempre da un pezzo di vacchetta al naturale e da li crea le sue opere uniche,le disegna, le colora, le maneggia, le doma con le sue mani e la sua macchina da cucire retrò; retrò come l'antica arte che continua a portare avanti giorno per giorno. Null'altro che le sue mani; che, come per magia, realizzano pezzi unici, non ripetibili: borse, pochette, borsoni da viaggio, cinture, gioielli, con movimenti sicuri e esperti che però non nascondono la continua voglia di conoscere, imparare e migliorarsi sempre. Sempre alla ricerca di nuove ispirazioni, Ivan Guerrera trova spazio per le sue creazioni soprattutto all'estero: Montecarlo, Hamburg e London in primis mentre in Italia non tradisce le sue origini avendo punti sia a Torino che a Taormina. www.ivanguerrera.com  facebook

La collezione primavera/estate 2016 di Hanita prende forma da un immaginario viaggio intorno al mondo per cogliere mood, fantasie e colori dei paesi da cui trae ispirazione. I temi in cui questa collezione viene declinata sono: Positano, Ibiza, Rio, Tokio e New York. www.hanita.it  facebook

I capi esSVí sono molto particolari, ma questo non è un limite! Anzi, oltre ad essere portati per classici eventi o serate, possono essere sdrammatizzati ed indossati ogni giorno con uno stile sport-chic donando quel tocco in più all'outfit. Sempre esclusivi e mai scontati, a volte romantici, a volte stravaganti sono fatti per chi ha carattere e personalità. “Più passa il tempo e più mi accorgo che chi sceglie di indossare un capo esSVí è consapevole della donna che è, di quello che vuole e della qualità di ciò che indossa, ma sopratutto come lo indossa, perchè un abito bisogna saperlo portare. A differenza di molti, non ho target: vesto la figlia, la mamma e la nonna e non mi limito a creare abiti che stiamo bene solo fino alla taglia 42. Creo e realizzo il vero Made in Italy, il capo totalmente artigianale: dall'idea alla cucitura. Presento abiti realizzati con ottimi materiali, studiati perché abbiano sempre la versatilitá e la resa migliore, anche in base al modello, alla fisicità ed all'etá di chi li andrà ad indossare..senza discriminazioni." www.essvi.it  facebook

Catuma è un giovane brand di eyewear Made in Puglia, che progetta e sviluppa occhiali da vista e da sole di alta qualità. Il marchio ha pian piano catturato l’attenzione di buyer e media nazionali e internazionali. Dopo il successo della linea in pietra e legno lanciata nel 2014, Catuma ha deciso di evolversi, pur mantenendo gli elementi che l’hanno reso celebre, minerali ed essenze, abbinati però all’alta tecnologia: nel gennaio 2015 ha lanciato “Mathematic” la collezione in fibra di carbonio e acciaio, abbinata a pietra e piallacci in legno, seguita da “Surrealist”, ispirata alla corrente artistica, in acciaio, pietra e piallacci in legno e da “ArTchitecture”, in acciaio e essenze nobili nel 2016. Il nome del brand nasce ad Andria, Puglia, e mutua il nome dalla piazza principale della città, Catuma appunto. Secondo la filosofia Catuma infatti, le idee non si rifiutano ma si esprimono in tante strade che conducono in un’unica piazza. In continua evoluzione, Catuma è una storia di grande passione, è ricerca continua della perfezione, studio di materiali, delle eccellenze e del design applicato. www.catumaeyewear.com  facebook

White inaugura la sua edizione Women's Precollections + Menswear (18-20 giugno 2016), annunciando una nuova partnership istituzionale. Dopo il Comune di Milano, ente patrocinatore del salone, Ice Agenzia per il supporto delle aziende espositrici sui mercati internazionali e l'affiliazione con CNA Federmoda per la rassegna La Tradizione, il Valore, il Bello delle edizioni di gennaio e giugno, White attraverso M.Seventy (la srl che organizza e gestisce tutte le edizioni del salone), ha siglato un accordo con Confartigianato Imprese Moda, la più grande associazione del manufatturiero italiano che offre ai suoi 36mila iscritti servizi di sostegno e promozione. Terreno e finalità comuni alle due realtà confluiscono in un programma di iniziative congiunte, mirate all'internazionalizzazione delle piccole e medie aziende del comparto moda. "White è il più importante salone della moda donna in Italia e con Confartigianato potrà riaffermare la sua leadership attraverso iniziative che mettono al centro dei nostri progetti le piccole e medie aziende italiane iscritte alla nostra associazione" ha dichiarato Giuseppe Mazzarella, presidente di Confartigianato Moda e membro del cda di Ice-Agenzia "L'accordo con Confartigianato è un ulteriore passo in avanti per dare visibilità ai protagonisti della moda Contemporary, un segmento che si sta imponendo sempre di più sui mercati internazionali, mettendo a punto un progetto sviluppato in più direzioni: dalla presenza nei maggiori eventi fieristici nazionali ed esteri, all'organizzazione di convention, work shop, seminari, ai corsi di formazione su temi legati al mercato e agli sbocchi commerciali delle PMI italiane" ha detto Massimiliano Bizzi, fondatore e presidente di White. L'inaugurazione di oggi che vedrà la partecipazione del Sottosegretario allo Sviluppo economico Ivan Scalfarotto alza il sipario su un'edizione particolarmente ricca di eventi e iniziative dedicati alla moda di ricerca.  Forte di una presenza di 250 brand presentati nelle due location di via Tortona 27 (Superstudio) e via Tortona 54 (Ex Ansaldo), White punta i riflettori sulle precollezioni donna primavera-estate 2017 (50 i brand selezionati) e sulla formula Man and Woman negli stessi spazi, arrivando a totalizzare 180 collezioni femminili. Un successo di mercato per il salone che riafferma la sua forte identità contemporary e di ricerca anche attraverso gli eventi, le aree e le iniziative speciali proiettate verso platee sempre più internazionali. www.whiteshow.it  facebook

Adalù è un marchio di bikini e abbigliamento da surf made in Italy e handmade nato nel 2014 dalla passione della creatrice Valeria Donati per la tradizione sartoriale italiana e per il mare, con lo scopo di realizzare un abbigliamento confortevole femminile per le surfiste e le appassionate degli sport acquatici. Grazie all'elasticità di lycre certificata made in Italy i costumi Adalù hanno la qualità di vestire la silhouette delle surfiste con colori e linee delicate e dallo stile retrò accompagnando le forme del corpo proprio come una seconda pelle. www.adalu.it  facebook

Il concept di Sienna Fashion, brand made in Italy, nasce dal desiderio di soddisfare le esigenze di una donna moderna, al passo con i tempi, pratica, impegnata e che si relaziona costantemente con un mondo in evoluzione. Tutti i capi Sienna sono moderni, con fit confortevoli ed eleganti, perché è nell'esclusiva eleganza che ricerchiamo la sensualità della donna. L'originalità di Sienna ha la sua maggiore espressione nella realizzazione di stampe esclusive e ricercate. La nuova collezione Sienna S/S 2016 è all'insegna della femminilità. Colori decisi, fantasie cool e capi dal taglio pulito, sono gli elementi distintivi proposti per creare look semplici ma al contempo raffinati e sofisticati. www.siennafashion.it  facebook

Fiorentino di origine e ispirazione, Damai si affaccia al mondo del fashion nel 2015 con una collezione di accessori innovativi e allo stesso tempo attenti allo stile.  Borse smontabili, filati biologici, materiali mutuati da altri settori sono alcune delle caratteristiche dei prodotti Damai, esclusivamente Made in Florence, riuscendo quindi a fruire dell’alta professionalità del distretto pellettiero toscano.  Un progetto realizzato grazie a un contest che Damai ha lanciato fra i giovani stilisti dell’Accademia Italiana della Moda, con l’intento di accedere a menti fresche, a progetti non influenzati da già predisposti canoni della moda. Delle quasi cento proposte arrivate ne sono state scelte tre che hanno dato vita alle linee Essenza, Eva e Diamante, con attenzione ad uno dei punti imprescindibili del bando: gli elaborati presentati dovevano mostrare almeno un elemento di innovazione e distinzione rispetto al già affollato mondo degli accessori sul mercato.  Un contest sempre attivo sul sito Damai dove i designer possono inviare le loro proposte, periodicamente vagliate, proprio con l’intento di continuare a realizzare accessori creativi e mantenere viva questa “fabbrica di idee”. www.damaitaliana.it  facebook

Marika Guida nasce in provincia di Torino nel 1969. Si diploma in Grafica e inizia a lavorare come creativa pubblicitaria. Prosegue gli studi, laureandosi con Lode all'Accademia Albertina di Belle Arti di Torino, in Scenografia e Costume. Lascia il mondo della grafica ed entra nell'ambiente televisivo come aiuto costumista per produzioni Mediaset/Endemol, mentre cresce il desiderio di mettersi in proprio.  Nel 2011 nasce a Torino, Marika Guida Collezione Privata, un Atelier in cui nascono anche collaborazioni importanti come quella con il grandissimo Arturo Brachetti.  Nel 2012 ottiene il riconoscimento di Eccellenza Artigiana. Il 2016 la vede presente sulla Guida Slow Fashion di Torino ed é fra i talenti emergenti selezionati per la prima edizione di Torino Fashion Week che si svolgerà tra il 27 giugno e il 2 luglio.
" disegno abiti per me stessa, piacciono soprattutto agli altri. Amo realizzare capi originali, comodi, senza tempo, né limiti di utilizzo, desidero che siano indossati il più possibile. Seguo liberamente un mio percorso, che esula dalle mode del momento... la mia clientela è fatta di persone speciali, che esprimono con originalità il proprio carattere e unicità..."
Ph Erika Banchio
Ph Erika Banchio
Ph Erika Banchio www.marikaguida.it  facebook

Francesca Paolin è la designer dell' etichetta Paolin. Il marchio riflette i viaggi e i sogni di Francesca  con le gioiose e giocose reminiscenze dei suoi ricordi di famiglia, dove le forme giocano con colori, periodi storici, stili, materiali e nuove contaminazioni culturali si creano. Le collezioni mescolano la tecnologia della stampa 3D con l'arte del fare a mano. Francesca cresce tra la moda degli eccessi anni '80 e il reattivo minimalismo degli anni '90. Ha coltivato la sua passione per la moda osservando la madre mentre confezionava abiti, lavorava a maglia e faceva a mano dei ricami estremamente femminili e raffinati come aveva imparato dalle signore della nobiltà veneziana, e allo stesso tempo vedeva il padre con gli abiti da contadino e i suoi inusuali abbinamenti "da festa" di abiti moderni con altri vecchi. Questo senso dello stile è stato ulteriormente sviluppato dai viaggi ed esperienze di lavoro che Francesca ha fatto all'estero, dove le persone usavano indossare il loro abbigliamento tradizionale mescolato con altro di diverse culture o pensato per uno scopo diverso. Grazie alle sue esperienze e al suo talento l'Istituto Europeo di Design le ha offerto una borsa di studio per il diploma in Fashion and Textile Design. Alcuni anni dopo dalla prestigiosa Domus Academy ottenne una borsa di studio per il master in Fashion Design. Le sue esperienze professionali variano dai più importanti marchi di moda internazionalmente conosciuti come Benetton, Replay, a designer del prêt à porter e lusso inglese come Georgia Hardinge e Devika Dass. Inoltre ha già ricevuto riconoscimenti e vari premi in concorsi di fama internazionale tra cui il Primo Premio "Levi's® Womenswear Award at Mittelmoda" 2011. www.paolin.net  facebook

Fondata nel 2010 da Benoît Mintiens, RESSANCE è una start-up orologiera che realizza orologi meccanici innovativi. RESSENCE offre una visione indipendente in materia di alta orologeria che nulla toglie alla manifattura artigianale, ma che è guidata da una filosofia che deriva dal design industriale progressista attraverso un'estetica grafica raffinata che appartiene decisamente al 21 secolo. Il punto di partenza per RESSANCE si basa sulla decostruzione dell’orologio tradizionale al fine di offrire l'espressione del tempo nel modo più puro possibile. Questo concetto originale, riassunto nel suo motto #BEYONDHANDS (*), è quello di fornire una rappresentazione intuitiva del tempo sostituendo le lancette convenzionali con dei dischi rotanti. Tutti gli orologi RESSANCE condividono lo stesso DNA inimitabile. Il loro quadrante principale, così come quelli ausiliari, ruota continuamente, comportandosi come le lune attorno a un pianeta. Ciò significa che l’aspetto degli orologi cambia continuamente confermando l'essenza stessa del Tempo. Un orologio RESSANCE è il risultato di anni di ricerca e sviluppo. Qualità ed eccellenza sono dunque imperativi. Ogni orologio assemblato è sottoposto al controllo nella sede del brand, attraverso una procedura di certificazione interna (R500H) e a 500 ore di rigorosi esami e prove su 6 criteri cruciali. Grazie alla sua libertà di pensare in maniera anticonvenzionale, RESSANCE ha già ottenuto un riconoscimento internazionale. Tra gli altri il Premio Rivelazione Orologiera al Gran Premio dell’Orologeria di Ginevra (GPHG) nel 2013 e il Design Star di Watchstars Awards nel 2015. www.ressencewatches.com  facebook

Laura Azzariti nasce a Roma il 3 novembre del 1972. Dopo un diploma di liceo artistico, una laurea in storia dell’arte contemporanea e aver lavorato nella moda per quattro anni a Parigi, decide di tornare in Italia, dove crea la propria linea di moda: Princess Handle With Care. Una collezione connotata dai toni romantici, per vere principesse moderne in cui sono sempre presenti dettagli che rendono ogni suo capo unico come gli inserti all’uncinetto realizzati a mano da un’artigiana pugliese che si sposano con stoffe pregiate. Il suo primo esperimento fu una linea di t-shirts con stampe e strass, poi dal 2011 la sua creatività si è estesa ad una linea completa di prêt à porter, con accessori, alla quale nel 2013 si è aggiunta una linea couture. La produzione Princess Handle With Care non segue affatto la via del fast fashion o del Made in China, ma al contrario acquista un carattere tutto suo, proteso a garantire, pur interpretandola originalmente, la qualità made in Italy. La realizzazione di ogni capo necessita dei suoi tempi, anche lenti, perché si rivolge a una clientela esclusiva e a negozi “di nicchia”. Dal 2013 è decollato anche lo Shop On Line. Tutti i capi sono realizzati in Italia, in produzione limitata e talvolta sono assolutamente unici, come nel caso della Collezione Couture, dove un capo non viene mai riprodotto uguale per un'altra "princess" e per cui laboratori e artigiani rigorosamente italiani, utilizzano solo tessuti pregiati e lane nazionali. La Princess Handle With Care non è solo “marca”, ma ha in sé anche un messaggio: Princess handle with care = “principessa, maneggiare con cura”. Per ribadire la bellezza e il coraggio delle donne che “sfilano” quotidianamente sulla passerella della vita con passione, tenacia, entusiasmo, che non abbassano mai la testa davanti alle difficoltà e alle discriminazioni, che ribadiscono il loro "femminismo" senza perdere di romanticismo, che sono forti, coraggiose, ma non perdono in dolcezza. La Principessa è in ogni donna, ecco il messaggio emozionale di Laura Azzariti che vuole celebrare la figura femminile e il grande potere delle donne nel tempo. www.princesshandlewithcare.it  facebook

Le Tartarughe, storica firma di abiti e maglieria, nasce nel 1977 a Roma vicino al Pantheon. Qui apre il suo punto vendita. Susanna Liso, designer del marchio, confida nella profonda sinergia tra arte e moda, le sue collezioni sono frutto di contaminazioni tra i più diversi linguaggi artistici. Sfogliando il fitto curriculum della griffe, dal 2003 al 2008, Susanna Liso ha presentato le sue collezioni di Haute Couture sulle passerelle di AltaRoma AltaModa, riscuotendo un grande successo di pubblico e critica. Dal 2008, Le Tartarughe partecipano alle più importanti fiere internazionali del settore moda ad Amsterdam e Parigi e collaborano con importanti fashion shop a Berlino e Torino. Numerose sono le collaborazioni con il mondo dello spettacolo: Serena Dandini, Francesca Reggiani e Sveva Sagramola hanno indossato abiti Le Tartarughe; tra le attrici, Anna Galiena, Lucrezia Lante della Rovere e Vanessa Incontrada, nei film di Bernardo Bertolucci, Ferzan Ozpetek, Pupi Avati.  Ad oggi, il marchio continua a proporre le sue creazioni nel suo storico punto vendita al centro di Roma e dal 2012 apre un originale shop online dove poter acquistare novità e promozioni. Combinando la tradizione sartoriale con la ricerca innovativa di nuovi modelli e nuovi materiali, lo stile de Le Tartarughe preserva e aggiorna quella cultura artigianale che ha reso Roma famosa in tutto il mondo. L’alta artigianalità e la filiera corta preservano i suoi prodotti dalla serialità delle grandi catene e dai grandi marchi. "Prospettiva", la collezione P/E 2016 è un'interpretazione della donna libera e anticonformista dei nostri tempi, che ama vestire abiti avvitati con giochi di colore che si alternano a morbidissimi ponchos Over di grandi dimensioni e dai colori abbinati in varie cromie. La viscosa è il materiale che tiene unita la collezione di maglia. Pantaloni larghi tipo pantagonna e gonne plissettate guariscono "ad arte" la donna Tartarughe disegnata da Susanna Liso. www.letartarughe.eu  facebook

4fashionlook su Facebook   4fashionlook su Instagram
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.     Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.