Toolbar
Fashion Magazine

2016

24 articoli

Dalla natura, dai colori e Paesi dell’Africa prende ispirazione la nuova collezione Blonde Cintre beachwear, partendo dalla ricerca del tessuto alla realizzazione sartoriale dei capi che portano i sapori, i colori ed i motivi dell’Africa. Vita alta, intero, inserti a contrasto, incroci e tagli studiati, il tutto accompagnato dal comfort e portabilità, da indossare non solo in spiaggia ma come vero e proprio complemento d outfit. Questi sono gli ideali che si riflettono nelle linee e nelle stampe di questa collezione, una donna mistica e folle ed a contatto con la natura. I capi sono disponibili presso rivenditori sparsi sul territorio italiano ed isole greche e sull e-shop www.blondecintre.com  facebook

Ambra Zavatta nasce da una famiglia nomade di un antica dinastia circense, a 19 anni scappa di casa per sfuggire ad una vita già stabilita , per qualche tempo abita a Bologna dove inizia a frequentare corsi di stilismo e a collaborare con diverse aziende moda. Nel 2008 crea il brand legato al mondo della musica K Generation, ideandone anche la campagna pubblicitaria. Il brand legato al talento diventa partner tecnico di LIVE NATION ed è presente in tutti i concerti della tournè Vasco 08. Nel 2010 partecipa a Pitti Immagine, riscuotendo molti consensi da parte dei buyer internazionali. Nel 2013 lancia queen of Noise , per l’esigenza di esprimere la sua fame di viaggio avventura e ribellione. Un abbigliamento femminile, dal sapore onirico e trasgressivo con alcuni tratti rock, come lei. La sua firma mixa capi spalla eleganti a finissaggi inusuali, scollature profonde e maglie drappeggiate e sciolte, tessuti spalmati e sex appeal sublimato. La linea Queen of Noise viene alla luce dall’amore per l'arte in tutte le sue espressioni, e per le imperfezioni che la rendono tale. Prende forma dal lavoro di abili artigiani e che ne definiscono i dettagli a mano, dopo un’attenta serie di prove, dove il risultato è ogni volta sorprendente, unico. L’intero sviluppo è Made in Italy, ogni passaggio è rigorosamente osservato ed, eventualmente, modificato in corso d’opera, nulla è lasciato al caso, tranne il caso stesso. Queen of Noise è attualmente venduta nei migliori negozi di Los Angeles , tra cui Orphic, Aoneplus e Church Boutique. Tra le clienti del brand anche la nota cantante americana Taylor Swift, la quale ha indossato alcuni capi della linea durante il Coachella Festival 2016. Credits :
Ph: Sandra Bourhani
Model: Alessandra Bergomi
Mua: Mabel De Grazia www.queenofnoise.it  facebook

Il brand Maya Sabbatini Jewellery Design nasce nell'estate 2015 dal progetto nato e curato dalla designer di gioielli contemporanei Maya Sabbatini. Nata a Spoleto, nel 2011 si trasferisce a Roma per frequentare il corso di Oreficeria e Gioielleria all'Accademia Delle Arti Orafe, dove, dopo aver appreso le tecniche di base, sviluppa in modo totalmente autonomo e da autodidatta il suo stile e si specializza, grazie all'utilizzo della tecnica della cera persa, in un suo timbro visivo, personale e riconoscibile che caratterizza tutte le sue opere. Si tratta infatti di forme che hanno tutte un filo logico e ricorrente: superfici ruvide, spezzate, bucate e graffiate che vanno a ricordare elementi della natura come rami e fiori, impreziositi a volte da oro e smalti o lasciati "crudi", dove la freddezza dell'argento spicca formando contemporaneamente strati lisci e ruvidi. La politica e la particolarità importante e fondamentale per il lavoro di Maya è l'originalità e l'unicità dei pezzi creati. Si tratta di artigianato made in Italy dove la fa da padrone il concetto di impossibilità nel ricreare un pezzo identico ad un altro. Tale "imposizione" per la designer nasce nel voler distinguere l'oggetto nato dalla catena di montaggio, a volte senza anima e poco personale, al voler invece costruire un gioiello unico e con una storia dietro, dove l'acquirente sia padrone dell'oggetto costruito minuziosamente in ogni singola parte, e ovviamente solo per sé. Credits: 
Foto: Elisa Michelini
Modella: Giulia Polimadei www.mayasabbatini.com  facebook

Aeronautica Militare è uno dei più famosi brand italiani di moda sportswear nato più di 10 anni fa da una convenzione speciale accordata dallo Stato Maggiore dell’Aeronautica Militare Italiana alla Cristiano di Thiene Spa che in questi anni ha saputo conquistare una forte posizione nel mercato italiano e estero. Aeronautica Militare racconta una storia vera ed autentica, che trasmette energia ed entusiasmo: una storia fatta di artigianalità che evoca un mondo di valori, un mix ben riuscito di coerenza, ingegno stilistico e grande qualità.  La collezione Uomo SS 2016 comprende abbigliamento e accessori imperdibili, è realizzata con tessuti leggeri e naturali mixati con materiali tecnici e innovativi e si divide in 3 linee: Official, Heraldry e Action. Official propone capi basic come T-shirt, polo, pantaloni, felpe e giacche, nei colori tenui della primavera e forti dell’estate, senza dimenticare gli inimitabili giubbotti in pelle utilizzati anche dai piloti. Le collezioni Heraldry e Action si rivolgono invece ad un target più esclusivo e a tutti coloro che ricercano un prodotto particolare che sappia regalare emozioni. Heraldry è infatti un omaggio alle origini dell’Aeronautica Militare Italiana e di rimando anche alle prima guerra mondiale di cui è appena stato il centenario, si è puntato molto sulla ricerca storica dei simboli utilizzati allora, si sono recuperati gli stemmi originali delle squadriglie più gloriose e si è lavorato affinché l’aquila turrita d’oro e il motto “Virtute siderum tenus” ispirasse con i propri contenuti l’intera collezione. Action racchiude invece le novità stilistiche della collezione SS 2016: gli articoli sono tutti tinti in capo e i colori sono quelli classici dell’abbigliamento militare blu slavato, fango e salvia. Accanto a stemmi e loghi, che fanno ormai parte del DNA di Aeronautica Militare, vengono introdotte scritte e stencil utilizzati ancora oggi per le personalizzazioni delle infrastrutture e degli apparati militari. www.aeronauticamilitare-collezioneprivata.it  facebook

“L’eleganza deve essere la giusta combinazione di distinzione, naturalezza, cura e semplicità. Fuori da questo, credetemi, non c’è eleganza. Solo pretesa”. (Christian Dior).
Il giovane marchio FENILLE ha  preso alla lettera il pensiero di un dei più determinanti creatori di moda e stile che ha fatto della semplicità un elemento protagonista dell’eleganza, realizzando una collezione semplice, ma frizzante per creare outfit che sicuramente non passeranno inosservati. Maxi canotta di cotone con croce in ecopelle, dal carattere rock, adatta sia di sera che di giorno magari abbinata ad una pochette con le frange e una scarpa grintosa. Un classico pattern cachemire reinterpretato con colori fluo per risaltare la femminilità e farsi baciare dal sole. Must Have! La t-shirt con la bocca non può assolutamente mancare nel guardaroba di una donna che seduce a prima vista. I love shopping per un look dailywear dalla stampa pop per questo mini abito morbido che vivacizza la silhouette. Stampa che richiama il pizzo tra romanticismo e avanguardia per questa mini t-shirt adatta alle teen per un look fresco ma ricercato. Bonjour Mademoiselle! Le influenze  bohémien si traducono in un design contemporaneo che rende omaggio all’iona dello stile per eccellenza Audrey Hepburn per questa maxi t-shirt molto bon ton. Aperitivo? Tshirt con logo Fenille in silver, gonna lunga o jeans per un look less is more sempre efficace, elegante e che non passa mai di moda. Voglia di mare, sole e nuove mete da esplorare. La nuova canotta marinara che cattura per la sua semplicità è perfetta con uno short o jeans strappato. www.fenille.com  facebook

Diz Design, fondata nel 2013 è un brand nato da un’evoluzione artigiana di circa 30 anni. Costituita da due fratelli, figli d’arte, si basa su una profonda conoscenza della gioielleria. “Fatto a mano” è la loro parola d’ordine, infatti ogni oggetto viene rifinito interamente a mano. Le loro collezioni variano da soggetti classici a linee più geometriche, da oggetti che si possono indossare tutti i giorni ma soprattutto pezzi unici o anche prodotti su richiesta. Attraverso l’utilizzo di materiali come oro, argento e bronzo promuovono il made in italy. A breve disponibile lo shop online, nel frattempo potete seguirli su Facebook o instagram. www.dizdesign.it  facebook

Ludovica Pagani  è nata il 25 giugno del 1995 a Bergamo. Ha studiato al liceo linguisti ad indirizzo giuridico economico a Treviglio dove si è diplomata; ora frequenta  l'Università di Milano. Ha sempre avuto una grande passione per la moda, spendeva sempre tutti i soldi per acquistare dei vestiti e la mamma ad ogni cambio stagione dell'armadio prendeva l'esaurimento nervoso. Da qualche mese ha così iniziato l'attività di influencer su Instagram dove la potete trovare come Ludovica Pagani.  Adesso collabora con alcuni Brand. Da poco studia recitazione e lavora come fotomodella ed attrice (era lei che pappava tutti i cioccolatini nello spot Pernigotti e dove urlava "si" come una pazza su Ebay). Seguitela per rimanere sempre aggiornati su ciò che combina e per avere qualche idea su dove rifarvi il guardaroba!  Le piace molto dare l'idea di femminilità sensuale ma elegante e semplice allo stesso momento… E soprattutto adora ridere e far divertire chi le sta intorno.   facebook

Effenoir nasce nel Marzo 2015 dall'unione di idee di due giovani designers: Francesca Gatta e Francesca Fortini. Dopo essersi formate all'Accademia Koefia e dopo aver fatto esperienze individuali in vari Atelier dell'Alta Moda Romana, decidono di unire amicizia e passione in un unico progetto. La filosofia del brand Effenoir si fonda sul concetto di capo 100% Made in Italy. La produzione artigianale di ogni collezione é indice di qualità e unicità. Infatti, le due designers seguono tutti i processi della realizzazione dell'intera collezione: dal disegno alla confezione del prodotto finito, offrendo un prodotto ricercato e di tendenza con l'appeal dell'eccellenza italiana. Quella di Effenoir è una donna minimal-chic dalle velate reminiscenze retrò, elegante, attuale e mai scontata.  Credits:
Ph.: Federica Paola Muscella
Model: Beatrice Simion
Mua & Hair Style: Michela Zacchini' www.effenoir.it  facebook

The Dots è un marchio di borse che riempiono la vita delle persone. Le borse The Dots non sono semplici oggetti, ma possiedono una propria personalità, La valigetta da donna “Lady V.”, potente e femminile, e la “Queen B” del gruppo. "24/7 Boris" ò un gentlemen super indaffarato. "Cool Chloe" è una ragazza avventurosa con un lato mistico, mentre “Cubie” e un nerd creativo. Ciascuno di loro racconta una storia e possederne uno è come instaurare un rapporto con un amico. Le borse The Dots sono pensate per durare nel tempo e allo stesso tempo rinnovarsi continuamente. La qualità eccezionale dei materiali e della manifattura garantisce di stare vicino al proprio amico a lungo, mentre gli artwork e gli accessori rimovibili consentono di cambiare il look della borsa ogni giorno. The Dots si ispira a storie e personalità, e cosi le sue collezioni sono svincolate dalla stagionalità, ma sono guidate dai concept. Un concept per The Dots è lo sviluppo di un’idea creativa senza tempo, un'idea che porta un significato che trascende il concetto di moda ed estetica. E per questo che le borse The Dots hanno forme classiche che però nascondono la sorprendente vena trasformista quando viene abbinata con un concept creativo. I concept creativi prendono vita negli accessori che si possono applicare magneticamente sul fronte delle borse. www.thedotsbag.com  facebook

La collezione P/E 2016 è stata ideata e realizzata per dare luce a una proposta di Total Look estivo rafforzata rispetto alla stagione precedente. Masquenada rappresenta lo stile ideale per una donna forte, amazzone, avventurosa, mistica ma con un tocco rock. Il capo di punta della collezione 2016 è sicuramente il tema MAORI. I capi sono stati disegnati con una particolare attenzione sulla scelta dei tessuti, ricami, stampe esclusive ed accessori. La collezione 2016 vede una perfetta fusione tra gusti più romantici e spirito soft rock. Il servizio immagine realizzato vede un’anima più rock rappresentata dalla Testimonial Alice Basso ( @alicebasso ), e una più hippy chic incarnata dalla modella e influencer Paola Turani ( @paolaturani ). La storia immortalata racconta il viaggio di queste due personalità così distanti ma contemporaneamente così affini.  Il tema racchiude un messaggio più profondo: la fusione di due stili ben definiti può dar vita ad un energia dirompente e fuori dagli schemi, da questa energia nasce la collezione Masquenada SS2016. Credits:
Ph : Alberto Lisi
Styling: @veronica_bergamini
Models: @alicebasso / @paolaturani www.masquenada.com  facebook

Il Sig. K indossava un pantalone a zampa di elefante, camicia sgargiante e occhiale a cui erano state montate lenti specchiate. Ponderava su un futuro ancora più luminoso e cromaticamente stimolante degli anni 60 e degli anni 70, ma inconsapevolmente stava creando un concetto nella sua mente, una storia, un immaginario ancora vivo 200 anni dopo. K amava gli occhiali da sole, e voleva cominciare a progettarne moltissimi; aveva tantissime idee e la sua testa brulicava di forme più o meno percorribili, ma ogni volta che provata a buttare giù qualche schizzo, la sua mano cominciava a tremare finché non si bloccava del tutto. Il suo blocco era causato da una rara malattia che pian piano si stava diffondendo in tutto il mondo e aveva provocato la perdita di molti artisti, i quali, nonostante il talento e la bramosia con cui avrebbero rappresentato le loro visioni e i loro sogni, decisero di ritirarsi e partecipare a show televisivi di dubbio gusto in cui provavano a vincere somme in denaro o a cercare l’anima gemella. Fu solo dopo una grande guerra, in cui perse un braccio sostituito poi da un braccio robotico, che K pote finalmente dare sfogo alla sua creatività, ed il suo braccio robotico gli permise di disegnare forme mai pensate prima. Fu un gran successo: gli anziani apprezzavano il revival che contaminava quelle forme avanguardistiche mentre i giovani e i cyborg riuscirono finalmente ad apprezzare un ritorno delle arti e dell’artigianato, tant’è che venne debellata la sindrome che bloccava la creatività e gli artisti ricominciarono a riprendere le loro attività. K aveva dato il via ad un nuovo ciclo, speranzoso e affamato guardava al futuro con i suoi nuovi occhiali da sole. Aveva realizzato il suo sogno. Con questa storia ho voluto spiegare la collezione 2016. Il signor K in realtà non è l’alterego di una persona fisica, ma impersonifica il concetto di ricerca con cui ho affrontato i vari step progettuali. Mi sono avventurato in mercatini dell'usato, più o meno improvvisati, dove mi sono imbattuto in quello che oggi è chiamato "vintage" ma che in realtà è un concetto molto più moderno di quello che si pensi e che fa ancora parte di un immaginario utilizzato da tutti i designer e da tutti i brand, in quanto molte delle forme che si vedono oggi, in qualsiasi branca ma in particolare nella moda, non è altro che un remake di oggetti bellissimi del passato. AF14, AF16 percorrono le ombre del vintage, ma con uno stile aggressivo e accattivante, accentuando le forme e applicando dei tagli e fresature che hanno carattarizzato un occhiale che altrimenti sarebbe stato "già visto"; a testimoniare questa diversità sono stati i colori e le texture scelte: anche applicando un classico color havana, l'occhiale non perde il suo appeal ed esce fuori dalla banalità. La collezione degli AF è un esempio di questa estremizzazione. AF15 è un modello di derivazione Steampunk, genere in cui la tecnologia viene applicata in maniera anacronistica ad un preciso contesto storico, concetto presente molto nei videogiochi con ambientazione post-apocalittica; stile in cui gli occhiali da sole, in realtà, sono degli occhiali da lavoro o occhiali da motociclista, decontestualizzati e modificati. L’intera collezione dunque, e come ho detto in precedenza, è figlia della storia del signor K, partito quindi dagli anni 60/70, sopravvissuto ad una guerra e giunto al futuro con le stesse idee che si è portato dietro. www.moseurope.com

Lo scorso febbraio é stato presentato un nuovo modello di SEVENFRIDAY, l'M1/O3, un'estensione della Serie M, ispirata all'universo industriale, che presenta inserti dorati L'M1/O3 ha la cassa in acciaio lucido con disco esterno sabbiato, di un nero intenso e presenta tre dischi personalizzati che visualizzano ore, minuti e secondi. ll disco delle ore é visibile nella sua interezza, mentre quello dei minuti é coperto, ad eccezione dell’arco compreso tra ore 2 e ore 5; il disco dei secondi é invece aperto su due finestrelle a semicerchio, contrapposte al quarto dei minuti, che accentuano i sette differenti livelli del quadrante. Numeri e indici su tutti e tre i dischi sono impressi color oro cosi come le viti presenti sul quadrante. Questo é il primo SEVENFRIDAY Serie M ad essere dotato del chip NFC che permette ai proprietari di verificarne l’autenticità  e registrarne l’appartenenza tramite l’applicazione fornita dalla Casa Madre, alla quale si affiancheranno altre interessanti App, su cui l'Azienda sta lavorando per quest'anno. www.sevenfriday.com  facebook

G.A.N. Made in Italy é uno studio, che nasce da una passione comune per l'artigianato, la qualità e l'eleganza, elementi base di una filosofia sartoriale rispettosa dei principi chiave del Made in Italy. La produzione artigianale dello studio G.A.N. è affidata ad un team di artigiani professionisti ed esperti del mestiere, ciò permette a Gaia e Federica di dare libero sfogo alla creatività nell’intera fase di design delle collezioni, del su misura e dei gioielli. All’interno dello studio G.A.N. nascono molte collaborazioni con artigiani italiani. Con il brand Zazielab è nata la collezione di camicie realizzate con tessuti in fibra naturale dipinti a mano. Il gioiello G.A.N. nasce dalla collaborazione con Lavinia Fredella (LC geometria) che, con la tecnica della cera persa, realizza le collezioni artigianali utilizzando l’oro, l’argento e le pietre preziose. I pezzi sono interamente fatti a mano e le linee evocano semplicità, delicatezza ed eleganza.Tutte le collezioni sono rivolte ad una donna a cui piace indossare capi unici, di qualità , eleganti e senza tempo. I tessuti che vengono utilizzati per le capsule collection sono esclusivamente Made in Italy e costituiti da fibre naturali. Per la nuova collezione le designers si sono ispirate alla leggerezza e all’eleganza della lingerie di un’epoca passata, rievocando un gusto romantico, giocoso e puro. I soggetti delle stampe riportati su tessuto di cotone e seta, sono stati pensati e progettati da entrambe, sono la caratteristica principale del brand e sono state disegnate da Federica Anne come tutte le altre illustrazioni firmate G.A.N. www.ganmadeinitaly.com  facebook

Philippe Model introduce un nuovo modello di sneakers nella collezione Spring Summer 2016 e lancia Classic Lakers, una scarpa da giorno che combina volumi classici a dettagli innovativi. La nuova Classic Lakers riprende il design di una delle scarpe iconiche del brand ma si presenta potenziata nel volume attraverso l’inserimento di una seconda suola che alza il fondo di 5 centimetri. Il doppio spessore è stato costruito per essere volutamente visibile all’esterno e lasciare una traccia del percorso creativo e della maestria artigianale che hanno portato al concept del nuovo prodotto. Le dimensioni trasformate, i volumi importanti e la maggiore solidità in fase di appoggio, avvicinano la Classic Lakers alle sneakers da skate mentre il design minimale e lo scudo applicato tono su tono la inquadrano in quell’estetica pura che contraddistingue il primo modello lanciato dal designer Paolo Gambato per Philippe Model, oggi emblema dell’identità del marchio nel mondo. La nuova Classic Lakers è disponibile in esclusiva sull’online shop philippemodel.com in edizione limitata per la collezione Uomo e Donna.  L’innovazione apportata dallo stilista francese Philippe Model nella Parigi degli anni Ottanta incontra lo sguardo eclettico e visionario del designer Paolo Gambato che dal 2008 guida la direzione creativa del fashion brand. La tradizione classica s’impreziosisce dell’artigianalità italiana nel concept della linea Elastique, iconica e raffinata, e nella celebre calzatura da giorno che porta lo scudetto cucito a mano lateralmente come segno distintivo di qualità e lusso “sartoriale”. www.philippemodel.com  facebook

Entrare nell’Atelier di Fabio Lissi, artista milanese del gioiello, equivale a mettere piede in una sartoria. Non si tratta di forbici e tessuti ma di pietre preziose e metalli nobili, di bozzetti appesi, di materiali pregiati, di richieste del committente e di occasioni speciali. In via Mascheroni 12 (angolo via Ariosto), nel cuore di uno dei quartieri residenziali più prestigiosi di Milano, Fabio Lissi accoglie la clientela nel suo mondo per offrirle un’esperienza unica: la creazione del gioiello desiderato sotto i suoi occhi. L’Atelier, infatti, ha un laboratorio a vista dove prendono vita le creazioni più diverse. Tra bulini, piccoli scalpelli, laminatoi ma anche “strumenti” inusuali come gli ossi di seppia - una tecnica di lavorazione antichissima dei metalli - l’artista assicura ai suoi pezzi d’arte l’unicità. Ed è proprio il pezzo unico, tailormade, che caratterizza tutta la produzione della collezione Fabio Lissi Atelier: un percorso work in progress che si arricchisce continuamente di creazioni totalmente differenti, perché differente è il committente e l’occasione per la quale viene realizzato. Il primo passo per creare è l’ascolto del cliente che viene coinvolto sin dalla fase della stilizzazione su carta durante la quale, attraverso i racconti personali, le fotografie e gli aneddoti legati alla persona che riceverà il gioiello, nasce l’ispirazione.
“Solo così - racconta Lissi - è possibile creare con l’anima, con il mio tocco – inevitabile – ma soprattutto con la storia di chi lo avrà con sé una vita intera, o che addirittura lo tramanderà”.
La filosofia dell’artista secondo la quale ogni creazione è “una forma eterna di preziosi messaggi”, è proprio la sintesi di tutto questo percorso di scoperta e rivelazione della forma perfetta. Fabio Lissi riempie quindi il suo Atelier prima di tutto di storie che diventano simboli durante gli schizzi e si trasformano in gioielli, creati con i materiali più diversi:
“non è importante la preziosità delle materie con le quali il cliente decide di realizzarlo. È importante quello che il gioiello rappresenta, il simbolo con i suoi significati”.
Che sia legno, oro, argento, diamanti o pietre dure, è l’amore per la materia e la sua lavorazione che ha reso Fabio un profondo conoscitore del suo settore e uno dei creatori di accessori più interessanti sulla scena milanese e italiana degli ultimi tempi. L’Atelier, uno spazio dal sapore di bottega artigiana, nasce nel 2014 e da allora offre ai propri clienti, gratuitamente, la consulenza stilistica sul messaggio e sul gioiello da realizzare. Fabio Lissi ha voluto che il cliente fosse al centro e vedesse con i propri occhi tutta la lavorazione prendere vita. Non è un caso: Fabio ha coltivato la sua vena artistica a contatto con pietre preziose e metalli nel negozio di famiglia, alle cui spalle era presente solo un piccolo laboratorio di riparazioni. L’osservazione prima e la sua manualità poi, unita ad uno spirito sensibile e indomito, lo hanno portato giovanissimo fuori da quelle mura a contatto con altre arti come la pittura, la scultura e la gemmologia e, non ultimo, il lato commerciale del “fare” nei panni di consulente di stile e disegnatore di accessori per importanti brand di moda, ruolo che ricopre ancora oggi. Ma è nel 2009 che tutto questo patrimonio di competenze trova la sua realizzazione piena ed è sempre in quell’anno che Fabio concepisce la Fabio Lissi Collection, una collezione - work in progress anch’essa - che racchiude proposte più legate al sentire momentaneo, al mondo interiore dell’artista che vive su tre leitmotiv cardine: teschi e catene, rose e spine, e piume d’aquila. Legata a tre concetti fondamentali: ribellione, riallineamento e rinascita. Oggi il brand Fabio Lissi e l’Atelier si aprono ad orizzonti nuovi, senza mai tradire la filosofia alla base del lavoro dell’artista anzi amplificandola: un e-commerce, una strategia di marketing più strutturata e matura che trova nei canali social di Facebook ed Instagram una vetrina importante, un ritorno a comunicare proiettato fuori dai confini di Milano e dell’Italia, che rimangono come base imprescindibile per gli stimoli visivi a contatto con il mondo del fashion e della cultura. www.fabiolissi.com  facebook

Il rosa sabbia dalle sfumature corallo, al tramonto, avvolge le case con gli ultimi raggi di sole. In lontananza c'è un  bazaar, il via vai continuo di gente, la curiosità per il nuovo, l'inusuale, senza guardare con nostalgia al passato. Migliorando il presente attraverso la riscoperta della tradizione. E' la città di Marrakech. Così Antonio Grimaldi, per la collezione Haute Couture Primavera Estate 2016, che sarà presentata in esclusiva alle clienti arabe a Riyadh il prossimo 11 Febbraio, si lascia conquistare dal fascino senza tempo dell'eterna città marocchina. Osservandone ogni angolo e trasformandolo, come da colta abitudine del designer, in ispirazioni di alta moda. Lo stilista gioca sul contrasto visivo tra il vecchio e il contemporaneo. Da un lato la città antica: le mura, gli arazzi, le tele e i tessuti berberi, i preziosi bijoux. Metalli e vasi lavorati, le ceramiche,gli specchi, i mosaici. Un tuffo nel mondo etnico del Marocco e dei suoi deserti. Ma basta poco per ritrovare la modernità. Perché Marrakech è anche questo, ville in stile liberty e i mitici anni Settanta. Il designer per la primavera estate cita Yves Saint Laurent. Ed ecco che i meravigliosi giardini della villa Majorelle, si vestono  da grande soirée come per un party a cui ogni donna partecipa con una creazione esclusiva. Leggerezza, linee morbide e pulite, scivolano sul corpo valorizzando la silhouette femminile. Accostando al savoir faire artigiano, la velata sensualità dell'abito. Che lascia intravedere ma non scopre. Ecco soffici guipure di macramé intarsiate a filo, in pelle o ricamate evocando i tappeti berberi. Linee scivolate con ampie scollature o spacchi sulle gonne, caste e al contempo mescolate alle trasparenze. Georgette e chiffon fil coupé sono ricamati con un effetto ottico tridimensionale. L'alto artigianato italiano abbraccia, poi, la tecnologia con triple organze stampate al laser. E il passato abbraccia il futuro. Must della collezione l'abito “abat-jour” all-over embroidered con  foglie di guipure metalliche. Immancabili i caftani, di evocazione mediorientale completamente ricamati a mano, quasi avessero impressi sui tessuti i classici tattoo all'henné di tradizione berbera.Preziosimi e ricerca sperimentale nell'utilizzo di sete intarsiate e pietre dure iridescenti. La palette cromatica richiama i colori di Marrakech. Come in un viaggio di colori, Antonio Grimaldi mescola i colori metallici del verde rame, dell'argento brunito, dell'oro antico, del platino alle tonalità fluo del giallo intenso e del blu majorelle. Il giallo è tramato con il rosa sand e il celeste polvere è sapientemente mixato al rame. Ogni accessorio sarebbe superfluo, l'unica concessione è un'acconciatura frisée. www.antoniogrimaldi.it  facebook

Le scarpe, la passione della mia vita, fissazione per chi mi sta accanto. Un sogno che diventa sogno reale. E pensare che tutto è cominciato quando piangevo se la mamma buttava le sue scarpe.... Le avrei messe quando sarei diventata grande! Sacchi neri pieni di scarpe: indianine, zeppe, francesine, zoccoli.....Un enorme sacco nero, come contenitore dei miei giochi. I miei disegni: da una parte un copione già visto, dall'altra la mia personalità e il mio modo di interpretarla. L'idea per esprimermi? Buttarmi, ma fare tutto con semplicità e passione, senza dover stupire tutti a tutti i costi... www.dellapaolini.it  facebook

La paziente mano di Rosanna ha una caratteristica peculiare: lavora per cucire fili di metallo come fossero filamenti preziosi di ordito per realizzare piccole opere di gioielli pensate per donne originali dallo stile ricercato.  Nascono così Entangled e NerobyNiiro, le due nuove collezioni di gioielli forati firmate NIIRO. NIIRO (adattamento creativo del giapponese “rosso”) è un nuovo brand del settore gioiello, dal taglio intimista ed ingegnoso, nato dalla mente fantasiosa ed attenta di Rosanna Raljević Ceglar, giovane e talentuosa designer croata cresciuta all’Accademia di Belle Arti di Venezia.  Le forme delle ultime collezioni sono state ideate osservando le spontanee strutture organiche dei micro-cosmi che si trovano in natura:questo è lo spunto creativo che ha ispirato Entangled che si sviluppa in forme irregolari ma armoniche create per avvolgere e donare alla donna un aspetto gotico ma pulito. Gli elementi di NerobyNiiro nascono invece come segno di un'eleganza unica senza compromessi, in un chaos organico e unico di forme sofisticate della natura e della terra: elementi del sole e della luna, del giorno e della notte rendono anelli e bracciali di questa collezione capaci di restituire il fascino perduto della Dea. Semplicemente perfette nella loro evidenza ornamentale. www.niiro.eu  facebook

Manuela Viccione nasce da padre italo-americano e madre italiana. Sin da piccola si incammina verso il mondo dell'Arte prendendo parte a spettacoli amatoriali di teatro. Conseguita la maturità linguistica, si dedica completamente alla sua vita d'attrice; studiando cinematografia a Roma, entra a far  parte della CLESIS ARTE. Ottenendo ruoli di protagonista nell'esibizione di Billy Wilder "A Qualcuno Piace Caldo" con regia Carlo Merlo. Proseguendo successivamente con il testo di Edoardo de Filippo "Filosoficamente " adattamento e regia Carlo Merlo, di Carlo Goldoni "La Locandiera" adattamento e regia Carlo Merlo. Inoltre prende parte al workshop con l'acting-coach Iris Steninlein. Con i suoi tratti internazionali fascinosi e raffinati pochi mesi  a questa parte entra a far parte del luminoso mondo della moda a Milano come testimonial  brand Ambassador in svariati marchi con servizi fotografici. Attualmente organizza l'uscita di un video con i registi e produttori Maurilio Forestieri e Marzio Golino della Dog's Movie Production. facebook

Bagspoke è un nuovo brand di borse, giovane e alternativo, nato dal mix tra le parole Bag e Bespoke (fatto su misura). BAGSPOKE crea prodotti fashion per tutte le occasioni, facili da indossare, per chi ama viaggiare, fare sport o semplicemente per il tempo libero. La speciale ricercatezza dei materiali tra stampe, colori e custom rende Bagspoke un brand per chi ama distinguersi. Il design dei prodotti BAGSPOKE è unisex, personalizzabile e soprattutto 100% made in Italy. E' possibile acquistare i prodotti Bagspoke nel nuovo store online. www.bagspoke.com  facebook

La Vestificina nasce a Roma nel Settembre del 2015, dall'unione di una fashion designer e un cool hunter. Futuro, presente e passato insieme a innovazione, gusto e tradizione possono descrivere questo brand, figlio di una generazione di confine tra vecchio e nuovo e di un periodo di continuo cambiamento. La nostra idea si materializza perciò in capi artigianali ed unisex, caratterizzati da un'ottima funzionalità. La Vestificina è un'idea, un modo preciso di vedere le cose e l'esplicitazione di entrambe. Photo: Lucyu
Grooming: Vanessa Di Serafino
Fashion Designers: Samantha Grasso & Carlos Yama Borroni
Model: Massimo Bracciolino
All outfits by "La vestificina" site  facebook

Il brand nasce dalle sue più grandi passioni quella del surf e quella della moda, che ha voluto coniugare in una parola Salty. La linea prende vita nella sua dimora ispiratrice ovvero Fuerteventura, dove per la prima volta è venuta in contatto con il mondo del surf. Qui inizia a surfare e il mare l’ha incantata. Come disse Diana Vreeland, una delle personalità più spiccanti mai esistete nel mondo della moda, nel documentario ''The Eye Has To Travel'', " l'acqua è meravigliosa è il tranquillizzante di Dio, ti puoi buttare dentro lo puoi bere e fissare, essere un surfista significa ritrovarsi tra l'acqua e il cielo". L'oceano la stimola come la moda, quindi come poter unire i miei due più grandi interessi? Creando una linea di abbigliamento da mare costruito con stile anni 50, ma con materiali sportivi. Per la realizzazione dei costumi ha utilizzato quindi il neoprene, altrimenti noto come "tessuto scuba", il neoprene (o polychloroprene) non è altro che una gomma sintetica inventata dalla DuPont negli anni Trenta e usata come tessuto da abbigliamento per la prima volta negli anni Cinquanta, dai  fratelli O'neill giovani californiani patiti del surf, i quali scoprirono che era un materiale perfetto per tenerli caldi dentro l'acqua. Salty beachwear unisce la surfista oceanica con una donna raffinata che vuole esaltare la propria femminilità. facebook

Da un’intuizione di un gruppo di amici appassionati di fitness e danza nasce Anniluce, il brand 100% Made in Italy che unisce ed interpreta due grandi passioni: lo sport e il fashion. Tutta la nuova collezione Anniluce è un trionfo di capi dai colori brillanti e dal design di tendenza che risaltano la figura grazie ad un ricercato accostamento di tonalità e geometrie. Uno stile di abbigliamento per il Fitness all’insegna della femminilità, come nella migliore tradizione Made in Italy, ma con un tocco di allegria. Il motto della collezione Anniluce è stare comodi ma con stile, e tutti gli articoli sono l’esempio perfetto di questo connubio, un mix tra abbigliamento sportivo e fashion, pratico e allo stesso tempo cool. Un look giovane e trendy creato per rispondere al meglio alle esigenze delle donne durante l’attività sportiva ma anche per uno streetwear che privilegia la comodità senza rinunciare al glamour. Morbidi, traspiranti e che durano nel tempo, anche i tessuti, dal supplex allo stretch cotton, scelti per le loro caratteristiche tecniche garantiscono il massimo comfort nella vestibilità e donano un reale piacere ad essere indossati. www.annilucestore.com  facebook

Lasciata alle spalle l'ultima Fashion Week e la stagione invernale, Models Corner, il club esclusivo dedicato alle modelle delle migliori agenzie di Milano, riapre in una location d'eccezione perfetta per la stagione estiva: ad ospitare la ormai conosciutissima lounge itinerante nel centro di Milano sarà questa volta il Classico Restaurant, in Via Tocqueville 9, a quattro passi da Corso Como, cuore della movida milanese.  Le modelle potranno qui rilassarsi tra un casting e l'altro e godere dei servizi messi a loro disposizione: snack, bevande, omaggi degli sponsor e tanto relax negli accoglienti spazi del restaurant e del suo dehor estivo.  Oltre al consolidato format, per la nuova stagione, Models Corner presenta tante altre importanti novità. In aggiunta alla costante presenza social che ritrae, con foto e post dedicati, uno spaccato giornaliero della vita delle modelle, sono già state lanciate nuove iniziative. Alle ragazze più fantasiose viene chiesto di personalizzare il noto logo del corner e di raccontare direttamente da chi la vive tutti i giorni la "Model Life", descrivendo in poche righe, con un pizzico di ironia e simpatia, e in maniera originale, cos'è davvero la vita di una modella in città. Models Corner lancia così ufficialmente la nascita del suo blog interamente dedicato alla vita delle modelle. Unico al mondo nel genere, sarà un vero e proprio diario sull'attività di queste ragazze, sulla loro quotidianità raccontata per la prima volta direttamente dalle loro stessi voci. E non solo: collaborazioni con famose fashion blogger, foto, interviste e ovviamente tutti i dettagli su ciò che accade giornalmente al Corner.  Dopo ormai un anno di attività il successo di Models Corner è certificato dai risultati: più di 1000 le ragazze inscritte tra cui i volti di quelle che hanno sfilato per i più noti brand della moda nelle ultime fashion week nel mondo; sponsor e partner importanti tra cui Unicredit, Luciano Padovan, Uber e Samsung; location di alto livello nel cuore della città tra cui la strepitosa lounge del Boscolo Hotel e il rooftop al settimo piano di piazza Diaz che ospita il Rainbow Restaurant con una vista mozzafiato sulle guglie del duomo.  L'iniziativa, dunque, che replica a Milano la già affermata esperienza del Model Lounge di New York e Miami, prosegue con entusiasmo. Ricordiamo che Models Corner oltre ad essere un Club esclusivo per modelle, è una start-up innovativa che integra lo spazio fisico con la comunicazione digitale e consente nuovi ed evoluti modelli di comunicazione, proponendo innovativi strumenti di content marketing da integrare nella brand strategy dei partner. www.modelscorner.it  facebook

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.     Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
4fashionlook su Facebook   4fashionlook su Instagram